Corso di Alta Formazione Professionale Agroalimentare comparto bevande

Corso di Alta Formazione Professionale Tecnico superiore della produzione, trasformazione e valorizzazione della filiera Agri-food comparto bevande

Il corso mira allo sviluppo di conoscenze e competenze operative e di controllo negli ambiti della sicurezza alimentare all’interno delle filiere produttive che riguardano i principali prodotti bevibili escluso il comparto enologico, della progettazione alimentare, dell’organizzazione e gestione del processo produttivo, della gestione della qualità dei processi e dei prodotti, nonché della valorizzazione e commercializzazione.

Il corso mira allo sviluppo di conoscenze e competenze operative e di controllo negli ambiti della sicurezza alimentare all’interno delle filiere produttive che riguardano i principali prodotti bevibili escluso il comparto enologico, della progettazione alimentare, dell’organizzazione e gestione del processo produttivo, della gestione della qualità dei processi e dei prodotti, nonché della valorizzazione e commercializzazione.

Figura professionale e sbocchi occupazionali

Il Tecnico superiore della produzione, trasformazione e valorizzazione della filiera Agri-food è esperto nella gestione dei processi produttivi, trasformativi e di valorizzazione della filiera Agri-food.

Nello specifico, è una figura specializzata nella produzione di bevande quali: distillati, sidro, birre artigianali e da produzione industriale, bevande nervine come caffè e tè, bevande da prodotti solidi fusi come cioccolate, succhi di frutta da diverse materie prime, e bevande innovative a base di prodotti emergenti nei mercati e negli sui locali quali bevande con aloe e zenzero.  

E’ in grado di gestire l’intera filiera, dalla scelta delle materie prime, passando per la trasformazione fino alla promozione e valutazione dei prodotti ottenuti.

Lo sbocco professionale è rappresentato da distillerie, birrifici e aziende produttrici di bevande, sia alcoliche che non, a conduzione artigianale o a carattere industriale. All'interno di queste aziende può operare a livello di trasformazione oppure di valorizzazione dei prodotti finiti attraverso il marketing e la comunicazione. E' anche una figura atta ad eseguire semplici analisi qualitative dei prodotti avendo le competenze di base per sapere valutare le materi prime.

Può anche intervenire come consulente in piccoli impianti ed essere promotore dei prodotti ottenuti.

Infine può mettersi in proprio e aprire (seguendo un corretto iter legale) piccole realtà imprenditoriali per creare e divulgare i propri prodotti.

Processi di lavoro caratterizzanti la figura

  • Progettazione alimentare
  • Organizzazione e gestione del processo produttivo
  • Gestione della qualità dei processi e dei prodotti
  • Valorizzazione e commercializzazione

Percorso formativo

Il percorso formativo ha durata biennale, con un impegno orario complessivo di 3.000 ore, di cui 1.200 ore di praticantato.

Il monte ore è ripartito in quattro semestri e suddiviso per contesto formativo come di seguito dettagliato:

  • Ore di lezione frontale,
  • laboratori di analisi microbiologiche e chimiche, 
  • eventi e manifestazioni nazionali e internazionali
  • conferenze tenute da esperti imprenditori del settore, 
  • visite a piccole realtà locali e a grandi industrie del settore, 
  • Esercitazioni pratiche in strutture ospitanti sia interne alla Fondazione Mach che esterne,
  • Ore di autoformazione assistita, con studio e attività individuali o di gruppo strutturate, 
  • Ore di alternanza/ praticantato.
  • Ore di counseling e studio personale.
  • Caratteristica del Corso è la presenza di uno o più tutor didattici che monitorano costantemente le attività programmate e attraverso una serie di colloqui individuali consentono di venire incontro alla esigenze formative dei corsisti per la costruzione dei percorsi di praticantato mirati.

Il corso si articola nelle seguenti Unità Formative:

UF 1 CHIMICA DEGLI ALIMENTI (chimica organica, alimentare e fisiologia delle nutrizione)

UF 2 MICROBIOLOGIA DEGLI ALIMENTI (lieviti, batteri utili e contaminanti) 

UF 3 TECNICHE DI DEGUSTAZIONE DELLE BEVANDE (analisi sensoriale, descrittori)

UF 4 GESTIONE E QUALITA’ DELLE ACQUE (qualità delle acque pulite e reflui di lavorazione)

UF 5 MACCHINE E IMPIANTI AD USO AGROALIMENTARE (progettazione impianti e utilizzo macchine)

UF 6 QUALITA’ DELLE MATERIE PRIME (filiere produttive e principali analisi)

UF 7 TECNICA DELLA DISTILLAZIONE (grappe, vodka, acquaviti di frutta ,rum, whiskey) 

UF 8 TECNICA DELLE BIRRIFICAZIONE (birre artigianali e industriali)

UF 9 TECNICA DELLA PRODUZIONE DEI SUCCHI DI FRUTTA (succhi e puree)

UF 10 PRODOTTI INNOVATIVI SETTORE AGRIFOOD BEVANDE (tè, caffè, cioccolate, prodotti a base si aloe e zenzero)

UF 11 ASPETTI ECONOMICI DELLA PRODUZIONE e TECNICHE DI GESTIONE AZIENDALE

UF 12 MARKETING e COMUNICAZIONE DELLE BEVANDE

UF 13 NORMATIVE e TRACCIABILITA'

UF 14 ATTIVITA’ IMPRENDITORIALE

UF 15 INFORMATICA APPLICATA (software per gestione filiere e magazzini) 

UF 16 LINGUA INGLESE

UF 17 SPERIMENTAZIONE E INNOVAZIONE

UF 18 PRATICANTATO

Attività

Sono previste:

Attività di gruppo: lezioni frontali e partecipate, esercitazioni, visite a fiere e manifestazioni, uscite tecniche, partecipazione a convegni, testimonianze di esperti del settore.

Praticantato:Presso aziende del settore condotte a carattere industriale e/o artigianale.

Possibile un praticantato all’estero (Germani, Scozia, Spagna) sempre in aziende affini alle bevande.

Le metodologie formative, in aula e nei praticantati in contesto lavorativo, mirano all'apprendimento guidato, anche grazie al supporto tutoriale.

Bilancio valutativo in ingresso

E’ previsto un bilancio valutativo in ingresso, che consente di:

  • Valorizzare le competenze acquisite da ciascuno nel corso dell'attività di studio e/o nell'ambito dell'attività lavorativa e professionale, mediante il riconoscimento di crediti formativi;
  • Partecipare al percorso secondo un piano formativo personalizzato, concordato con Coordinatore e Tutor del percorso, che accompagneranno in itinere lo studente.

Requisiti formali per l’adesione alla valutazione in ingresso

Possono accedere alla valutazione in ingresso al percorsi di Alta formazione professionale, coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti formali:

  • Persone occupate, in possesso di qualsiasi titolo di diploma di scuola secondaria superiore con propensione al settore;
  • Diploma di scuola secondaria superiore con esperienza professionale e/o formativa nel settore;
  • Giovani in possesso del diploma di scuola secondaria superiore con propensione al settore (per giovani si intende di norma coloro che NON hanno superato il 29° anno di età).

Le pre-adesioni ai due corsi di Alta Formazione Professionale si potranno registrare a partire dal 1 febbraio 2018, per le pre-iscrizioni ufficiali occorrerà attendere presumibilmente il mese di agosto e dovranno essere fatte sul Portale dei servizi online del Trentino.

Pre-aderisci ora!

Per informazioni a riguardo,contattare la responsabile dell’area didattico-organizzativa.

Coordinatore Andrea Panichi: andrea.panichi@fmach.it 

Responsabile area didattico-organizzativa Romina Angeli: romina.angeli@fmach.it 

Tutor dell'apprendimento Melissa Scommegna: melissa.scommegna@fmach.it 

Seguici anche su facebook