Domani, giovedì 27aprile, alle ore 9.00, presso l'Aula Magna dell'Istituto Agrario, si svolgerà un incontro dedicato alla produzione, alle malatti...

Fragola: produzione, mercato e malattie

In Trentino la produzione è raddoppiata nel giro di tre anni; la minaccia più importante è rappresentata dal 'mal bianco'

Lunedì, 24 Aprile 2006

Nel mondo ogni anno si producono 3.165.314 tonnellate di fragole e l'Italia si colloca al quinto posto con il 6% della produzione totale e 6000 ettari coltivati. Questo frutto viene consumato soprattutto al Nord, dove viene acquistato circa il 50 per cento del totale, ed il suo prezzo si è attestato su una media di 3,2 euro a Kg.
Negli ultimi anni in provincia di Trento la coltivazione della fragola è cresciuta notevolmente. Secondo gli ultimi dati disponibili forniti dalla Provincia autonoma di Trento la produzione trentina si attesta sulle 3.700 tonnellate, rappresentando circa l'1,7% a livello nazionale, con un aumento di circa il 50% rispetto al 2001. L'incremento è stato favorito dall'introduzione di tecniche colturali innovative in tunnel, che permettono migliori rese qualitative e la programmazione delle produzioni: sistemi che diminuiscono molte malattie, riducendo drasticamente l'utilizzo dei normali trattamenti fungicidi. Nell'intera regione la superficie coinvolta è concentrata per lo più in Valsugana e nell'Altopiano di Pinè, ad altitudini variabili tra i 400 e i 1200 metri.
Analizzando i mercati si osserva che circa il 65-70% della produzione trentina si colloca nel Nord Italia, il 17-20% nel Centro Italia, il 2-3% nel Sud Italia e il 10% all'estero, prevalentemente in Germania.
Per comunicare agli agricoltori gli ultimi risultati della ricerca sulla fragola il centro SafeCrop dell'Istituto Agrario di S. Michele organizza per domani mattina, giovedì 27 aprile 2006, alle ore 9.00, presso l'Aula Magna dell' Istituto Agrario di S. Michele all'Adige, l'incontro “Gli oidi della fragola e delle cucurbitacee” . Apriranno la giornata Alessandro Dini, direttore generale dell'Istituto Agrario e Cesare Gessler, direttore scientifico del Centro SafeCrop. Interverranno Yigal Elad, ricercatore del Volcani Center in Israele, esperto di malattie di piante orticole, Ilaria Pertot e Riccarda Moser del Centro SafeCrop che presenteranno le più recenti ricerche sulla difesa e sul mercato della fragola.
Ai partecipanti verrà consegnata gratuitamente la pubblicazione “L'odio della fragola”, edita da Istituto Agrario e Centro SafeCrop. Il libro, che verrà presentato in anteprima questa sera (ore 17.00) al Castello di Pergine Valsugana, nasce da una ricerca condotta dal Centro SafeCrop in collaborazione con il Volcani Center in Israele, orientata a definire le condizioni ottimali di sviluppo della malattia, il momento più opportuno per l'intervento contro il patogeno con i diversi fungicidi disponibili e le strategie di difesa più efficaci e ad individuare nuove alternative al controllo chimico.

Con cortese richiesta di pubblicazione e/o diffusione

Ufficio stampa
S.Michele a/A, mercoledì 26 aprile 2006