Premio Aldo Pessina al Presidente FEM Andrea Segrè per l’impegno verso le nuove generazioni

Il prof. Andrea Segrè è stato insignito ieri a Roma di un prestigioso riconoscimento che premia l’impegno a favore delle nuove generazioni in ambito culturale, scientifico, didattico, divulgativo

Premio Aldo Pessina al Presidente FEM Andrea Segrè per l’impegno verso le nuove generazioni

Mercoledì, 19 Dicembre 2018

COMUNICATO STAMPA

Roma – Il professore Andrea Segrè, presidente della Fondazione Edmund Mach nonché del Centro Agroalimentare di Bologna e della Fondazione FICO, fondatore di Last Minute Market e della campagna Spreco Zero, vince il Premio “Aldo F. Pessina” giunto quest’anno alla quarta edizione, dedicato al grande promotore degli Ostelli della Gioventù in Italia e fondatore di AIG, l’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù, che dal 2015 promuove questo prestigioso riconoscimento.
La premiazione si è svolta ieri sera, a Roma, nella Sala Polifunzionale della Galleria Colonna della Presidenza del Consiglio, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Vincenzo Spadafora, davanti a un pubblico scelto con molte personalità del giornalismo e della diplomazia culturale italiana.

Il prestigioso riconoscimento dell’AIG è stato conferito al presidente Andrea Segrè “per aver raccontato ai giovani iI gusto per le cose giuste’ attraverso la sua Lettera alla Generazione Z (Mondadori), raccontando con passione, autorevolezza e tenacia la cultura della buona alimentazione e il suo contrario, lo spreco alimentare; per essersi dedicato alle nuove generazioni con riflessioni, campagne, pubblicazioni e iniziative visionarie - dal Last Minute Market al Parco Agroalimentare FICO a Bologna fino alle multiformi ricerche scientifiche e progetti didattici elaborati dalla Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige-Trento”.

“Un premio ideato nel segno della gioventù, così come la benemerita istituzione degli Ostelli per i giovani viaggiatori – ha dichiarato Andrea Segrè – dimostra di guardare con attenzione speciale al futuro, per questo sono lieto e orgoglioso di questa assegnazione che mi motiverà con ulteriore entusiasmo nelle future iniziative dedicate agli studenti e ai ragazzi della generazione Z, sul versante dell’insegnamento universitario così come nell’ambito delle iniziative che promuoveremo a Bologna con Fondazione FICO e attraverso la campagna Spreco Zero, e a S. Michele all’Adige – Trento attraverso la Fondazione Edmund Mach”.
Tra gli altri dieci premiati spiccano Vittorio Rizzi, prefetto, direttore centrale Anticrimine, Fabrizio Parrulli, generale di Brigata dei Carabinieri, Giuseppe Corasaniti, capo del dipartimento Affari di Giustizia del Ministero della Giustizia, Giuseppe Manica già direttore di otto istituti di cultura italiani all'estero, grande esponente della diplomazia culturale italiana, Nico Perrone, direttore Agenzia Dire.

premio pessina - cerimonia