Scoperte le relazioni genetiche del Teroldego

L'Istituto Agrario di San Michele all'Adige conferma la parentela di primo grado tra Teroldego e Lagrein.

Scoperta anche una stretta relazione tra Teroldego e famiglia dei Pinot.

Mercoledì, 05 Maggio 2004

L'Istituto Agrario di San Michele all'Adige conferma la parentela di primo grado esistente tra Teroldego e Lagrein e scopre una stretta relazione tra Teroldego e Pinot.

Tra Teroldego e Syrah, invece, i dati di San Michele svelano una sicura relazione, ma l'ipotesi di un legame genitore-figlio non è supportata.

La notizia, che nel mondo scientifico e commerciale avrà una certa eco, soprattutto negli Stati Uniti dove da tempo si tende ad associare Teroldego a Syrah, sarà ampiamente illustrata e approfondita domani dalla ricercatrice Stella Grando dell'Istituto Agrario di San Michele all'Adige, nell'ambito del convegno "Teroldego: un autoctono esemplare" organizzato dalla Cantina Rotaliana di Mezzolombardo, al quale interverranno altri due ricercatori dell'Istituto di San Michele, Italo Roncador e Fulvio Mattivi.

Come si è arrivati a questa scoperta? Il gruppo di Carole Meredith all'Università di Davis (California) in contatto con Stella Grando e Josè Vouillamoz, ha suggerito l'esistenza di una forte relazione tra i due vitigni, dopo aver dimostrato la discendenza diretta di Syrah da un incrocio fra Dureza di Ardèche (Sud della Francia) e Mondeuse Blanche della Savoia.

I ricercatori di San Michele all'Adige hanno effettuato test del DNA su tutti i vitigni autoctoni del Trentino e dell'Alto Adige. Per identificare i possibili legami genetici, i risultati sono stati confrontati con un solido database che contiene circa 2000 varietà da tutto il mondo.

Il confronto di 58 tratti del genoma ha dimostrato, senza ombra di dubbio, che il Teroldego ed il Lagrein hanno una parentela di primo grado, ma nel database manca un possibile secondo genitore che potrebbe essere anche un vitigno estinto. Fra Teroldego e Syrah, invece, i dati provano una sicura relazione, poiché i due vitigni hanno più del 50% dei tratti del DNA in comune, ma l'ipotesi di un legame genitore-figlio non è totalmente supportata.

Quando si considera il complesso intreccio di relazioni che conducono a Lagrein e Syrah, emerge un albero genealogico davvero inatteso per il Teroldego che lo posiziona in stretta relazione con la famiglia dei Pinot. L'evidenza non mancherà di attirare ancora più attenzione su questo vitigno.

 

Ufficio stampa

Istituto Agrario

S.Michele all'Adige

 

 

S.Michele all'Adige, 6 maggio 2004