Si è conclusa ad Avellino la quinta edizione di 'Bacco e Minerva', concorso enologico nazionale promosso da Miur e Federdoc

"Bacco e Minerva": Istituto Agrario terzo in classifica
Ad Avellino
vini delle scuole a confronto

Domenica, 09 Aprile 2006

Con il vino “Monastero rosso 2001” l'Istituto Agrario di San Michele all'Adige si è classificato al terzo posto della categoria “vini rossi secchi tranquilli” nell'ambito della quinta edizione di “Bacco e Minerva”, il concorso enologico nazionale che ogni anno mette a confronto i vini prodotti dagli istituti tecnici e professionali per l'agricoltura.
La manifestazione, che si è svolta quest'anno ad Avellino, è promossa dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (Miur) e dalla Confederazione Nazionale dei Consorzi volontari per la Tutela delle Denominazioni di Origine dei Vini Italiani (Federdoc) ed ha il fine di promuovere e valorizzare la conoscenza e l'educazione ai vini italiani.
La commissione giudicatrice era composta da un presidente, esperto del settore, tre membri segnalati dalla Federdoc e tre membri designati dal Miur
Quest'anno per dare un'occasione ai futuri diplomati degli istituti con specializzazione in viticoltura ed enologia di mettere in pratica le competenze acquisite nella conoscenza delle qualità organolettiche e nella tecnica di valutazione dei vini, il Comitato organizzatore del concorso “Bacco e Minerva” ha affiancato alla commissione ufficiale di valutazione dei vini in concorso una commissione formata da studenti degli istituti agrari con specializzazione in viticoltura ed enologia. Ebbene, la commissione “Bacco Giovani” ha collocato l'Istituto Agrario con il Monastero Rosso 2001 al primo posto nella graduatoria dei “vini rossi secchi tranquilli”.
A margine del concorso, nell'ambito del convegno “La formazione dei tecnici per la viticoltura e l'enologia: livelli, percorsi ed obiettivi”, il responsabile della Sezione qualificazione professionale agricola dell'Istituto Agrario, Renato Brugnara, ha tenuto una relazione dedicata alla viticoltura trentina e al ruolo dell'Istituto di San Michele nella formazione degli addetti del settore.

Con cortese richiesta di pubblicazione e/o diffusione

Ufficio stampa
S.Michele a/A, mercoledì 19 aprile 2006
**************************************************************