Un prodotto tipico di nicchia e un'opportunità per avvicinare agricoltori e consumatori

Mostra agricoltura, l'olio del Garda e le fattorie didattiche nello stand di Provincia e Istituto agrario

Domenica, 19 Marzo 2006

Il colore va dal verde al giallo con riflessi dorati; l'odore è fruttato leggero con lieve sensazione di erbaceo, mentre al sapore si ha la percezione di amaro piccante e un retrogusto di mandorla dolce. Sono le caratteristiche dell'Olio del Garda Trentino, uno dei protagonisti della Mostra dell'Agricoltura di Trento "60^ rassegna di prodotti e servizi per l'agricoltura e il giardinaggio" che si svolgerà questo fine settimana, a Trento, nel quartiere fieristico di via Briamasco. E proprio all'Olio del Garda Trentino, assieme alle Fattorie Didattiche, è dedicato quest'anno lo stand allestito alla Mostra dalla Provincia autonoma di Trento e dall'Istituto agrario di San Michele all'Adige.
All'interno dello stand, i visitatori potranno dunque conoscere più da vicino l'Olio Extravergine di Oliva Garda Trentino DOP, un prodotto tipico di nicchia, purtroppo ancora non molto conosciuto nella realtà trentina, ma che ha trovato consenso sia in Italia che all'estero per le sue peculiarità.
L'olivicoltura dell'Alto Garda trentino, con i suoi 400 ettari di superficie coltivata, le 100 mila piante, i 10 mila quintali di olive prodotte e i circa 1800 quintali di olio, si mostrerà dunque al grande pubblico. L'assaggio guidato, proposto in collaborazione con i tre frantoi della zona del Garda (Associazione Agraria di Riva del Garda, Frantoio Mandelli Madonna delle Vittorie e Frantoio Ivo Bertamini), sarà accompagnato da un'illustrazione della situazione produttiva provinciale a cura di Franco Michelotti, tecnico dell'Istituto Agrario. Farà cornice all'iniziativa una piccola mostra di attrezzi agricoli d'epoca utilizzati nella coltivazione e raccolta delle olive.
Espressione della multifunzionalità aziendale sono invece le Fattorie Didattiche, realtà che rientrano a pieno titolo tra le attività ricreative, culturali e didattiche definite dalla Legge provinciale 10/2001 (Disciplina dell'agriturismo, delle strade del vino e delle strade dei sapori), che intende per fattoria didattica, l'organizzazione di visite o di altre attività svolte nell'ambito dell'impresa agricola, strutturate in spazi e percorsi ricreativo didattici, accompagnate da un tutore aziendale in possesso di idonea capacità professionale.
La fattoria didattica in Trentino si prefigge l'obiettivo di avvicinare l'agricoltore, con la sua azienda ed i relativi prodotti, ad un pubblico di adulti e di bambini, interessato a scoprire ed a toccare con mano, il vivere quotidiano che sempre salvaguarda il territorio. Nelle fattorie didattiche trentine il visitatore troverà percorsi didattici con riferimento alla produzione aziendale, persone preparate appositamente per l'accoglienza e la didattica in aziende agricole, in spazi coperti specificatamente attrezzati, la possibilità di essere coinvolti in attività manuali per imparar facendo.
Nell'intento di diffondere la realtà della fattoria didattica, la Provincia autonoma ha assegnato all'Associazione Agriturismo Trentino, promotrice del progetto “La scuola in Agritur per far pace con la terra”, la gestione organizzativa del circuito trentino delle fattorie didattiche, per cui chiamando il numero telefonico 0461-235323 - si potranno ottenere tutte le informazioni necessarie riferite alle modalità, indicazioni e costi per le eventuali visite.
Con cortese richiesta di pubblicazione e/o diffusione

Trento, martedì 14 marzo 2006