Allergie, in arrivo i pollini di Artemisia e Ambrosia

Monitoraggio da parte della Fondazione Mach: si tratta di piante con alta allergenicità. Ecco i consigli

Allergie, in arrivo i pollini di Artemisia e Ambrosia

Venerdì, 20 Luglio 2012

(j.t.) Per chi soffre di allergia ai pollini, è in arrivo un periodo “a rischio”. A partire dalla prossima settimana, infatti, si disperderanno nell’aria i primi pollini di Artemisia e, poco più tardi, quelli di Ambrosia. Si tratta di due piante erbacee infestanti piuttosto diffuse anche in Trentino lungo le strade di campagna, le massicciate ferroviarie ed i luoghi incolti.
 
Tra le due, la più diffusa sul nostro territorio è sicuramente l’Artemisia. Si tratta una pianta che produce grandi quantità di polline affidandolo poi al vento per la dispersione, per cui, generalmente, si rilevano concentrazioni in aria abbastanza elevate. Ha un’allergenicità molto alta ed il periodo di fioritura va generalmente da inizio agosto ad inizio settembre per poi ripresentarsi con la specie Artemisia annua, con un secondo breve picco di fioritura verso fine settembre. Nel 2011 il periodo di fioritura dell’Artemisia ha ricalcato perfettamente quello degli anni precedenti, ma la quantità di pollini in aria (nel picco di concentrazione) è risultata maggiore rispetto alla media degli ultimi 20 anni.

L’Ambrosia, invece, è una pianta di introduzione relativamente recente. La prima segnalazione della sua presenza sul nostro territorio risale al 1987, ma il costante monitoraggio rivela un aumento della sua diffusione. Ama i terreni aridi e incolti, aree urbane abbandonate, cantieri, massicciate ferroviarie e sponde dei corsi d’acqua. Il suo polline è ad altissima allergenicità: bastano pochi granuli per scatenare reazioni allergiche in persone sensibili, per cui è necessario monitorarla con attenzione. Anche per l’Ambrosia sono state rilevate nel 2011 concentrazioni di polline decisamente maggiori della media ed il periodo di fioritura è stato più lungo del solito, probabilmente in seguito al caldo estivo che si è protratto fino a settembre-ottobre.

Verso la fine di luglio, dunque, verranno rilevati dal centro di Monitoraggio Aerobiologico della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige i primi pollini di queste due piante fortemente allergiche. Si ricorda che il bollettino dei pollini è consultabile: sul web all’indirizzo http://pollini.iasma.it, via e-mail iscrivendosi alla newsletter dal sito http://www.iasma.it, presso le farmacie, ascoltando la segreteria di Meteotrentino al numero 0461-238939, mandando con un sms con la parola “pollini”al numero 482344 (per abbonarsi a questo servizio inviare “pollini on”, mentre per sospenderlo inviare “pollini off").

10 TRUCCHI ANTI-POLLINE

  • Lavarsi spesso gli occhi con acqua fredda;
  • Tenere porte e finestre chiuse quando necessario;
  • Cambiarsi i vestiti quando si torna a casa;
  • Coprire il letto con un lenzuolo durante il giorno;
  • Utilizzare, se necessario, uno ionizzatore;
  • Non uscire di casa nelle ore più calde;
  • Restare al chiuso dopo un temporale;
  • Nei weekend andare al lago, al mare o in alta montagna, dove vi sono meno pollini;
  • Consultare il bollettino dei pollini;
  • Smettere di fumare.
cs FEM Pollini in arrivo