Dal 1986 ad oggi sono circa 1700 gli agricoltori che hanno frequentato il percorso formativo

Inaugurazione del corso delle 600 ore per giovani imprenditori
L'assessore Mellarini:'L'Istituto di San Michele è il punto di forza dell'agricoltura trentina'

Tuesday 08 November 2005

Dal 1986, anno di attivazione all'Istituto Agrario del corso finalizzato all'ottenimento del brevetto professionale di imprenditore agricolo, sono 1692 i finanziamenti erogati dalla Provincia autonoma di Trento come premio di primo insediamento in azienda agricola, pari a 21 milioni e 665 mila euro. In particolare, il Piano di Sviluppo Rurale 2000-2006 ha concesso negli ultimi cinque anni 613 premi per un ammontare complessivo di 15 milioni di euro.
  I numeri sono stati snocciolati questo pomeriggio, presso l'aula magna dell'Istituto Agrario, dall'assessore all'agricoltura, commercio e turismo della Provincia autonoma di Trento, Tiziano Mellarini, nell'ambito dell'inaugurazione del corso delle 600 ore 2005-2007 per la qualificazione professionale dei giovani che si insediano in agricoltura. 
  L'assessore ha sottolineato l'impegno del governo provinciale nei confronti del comparto agricolo, in particolare delle azioni a sostegno dell'imprenditorialità giovanile. Ha confermato inoltre i finanziamenti per il primo insediamento nelle aziende da parte dei giovani agricoltori ed ha esplicitato l'intenzione - tra l'altro preliminarmente condivisa in sede europea - di incrementare detto premio che attualmente ammonta a 25 mila euro.
  Nel corso della cerimonia, a cui sono intervenuti anche il responsabile del Centro Scolastico, Francesco Spagnolli, ed il coordinatore della Sezione qualificazione professionale agricola, Renato Brugnara, il presidente dell'Istituto Agrario, Giovanni Gius, ha ribadito l'impegno dell'ente a perseguire la formazione l'aggiornamento degli agricoltori, ritenendo il comparto agricolo uno degli elementi portati dell'attività economica provinciale.
  Cinquantotto gli agricoltori, di cui undici donne, che hanno preso parte all'inaugurazione del corso. Si tratta di trenta frutti-viticoltori, venti allevatori e otto addetti del settore piccoli frutti e altre coltivazioni che si sono iscritti al percorso formativo di durata biennale (2005-2007).
  Il corso, che conta fino ad oggi circa 1700 iscritti dall'anno di attivazione, si svolge nell'ambito dell'attività di qualificazione professionale agricola programmata dall'Istituto Agrario di San Michele all'Adige grazie al finanziamento del Piano di Sviluppo Rurale della Provincia autonoma di Trento 2000/2006. E' rivolto ai giovani di età compresa tra 18 e 40 anni che intendono insediarsi in agricoltura e quindi ottenere il premio di primo insediamento in azienda agricola, ma non sono in possesso di un titolo di studio rilasciato da una scuola superiore agraria. L'obiettivo è garantire l'acquisizione di una serie di competenze mirate alla corretta gestione di un'azienda agricola ed il conseguimento del brevetto professionale di imprenditore agricolo.
 
  S. Michele a/A, giovedì 10 novembre 2005
 
  Ufficio stampa