La certificazione forestale e il sistema PEFC

Certificati in Alto Adige 250 mila ettari di foresta e 23 mila proprietari boschivi
AQA ha condotto le attività di verifica ispettiva ed emesso il certificato relativo alla gestione sostenibile dei boschi altoatesini

Saturday 19 February 2005

Oltre 250 mila ettari di foresta e quasi 23 mila proprietari boschivi altoatesini sono stati certificati dall'Agenzia per la Garanzia della Qualità in Agricoltura, il primo organismo di certificazione della regione ospitato presso l'Istituto Agrario di San Michele all'Adige.
 Il certificato relativo alla gestione sostenibile dei boschi altoatesini secondo lo schema PEFC-Italia ("Programma per l'approvazione di schemi di certificazione forestale") è stato consegnato nei giorni scorsi, al centro sperimentale di Laimburg, dal presidente Giovanni Gius al presidente della Giunta Provinciale di Bolzano, Luis Durnwalder, e al direttore del Bauernbund, l'Unione Agricoltori e Coltivatori diretti sudtirolesi, Georg Mayr.
 "L'Agenzia per la Garanzia della Qualità in Agricoltura diventa l'organismo di certificazione leader in Italia per le certificazioni PEFC-Italia" ha spiegato il presidente Giovanni Gius mentre Luis Durnwalder ha affermato che, vista la valenza mondiale di questo logo, le foreste, assieme ai numerosi prodotti agricoli ed attività agrituristiche, contribuiranno ulteriormente alla positiva immagine di sostenibilità del territorio altoatesino.
 Per i prodotti legnosi sudtirolesi che usciranno dalle foreste certificate PEFC si aprono ora le frontiere di mercati più lontani e la spinta ad una loro maggiore valorizzazione ed innovazione.
 
 Con cortese preghiera di pubblicazione e/o diffusione
 
 Ufficio stampa
 Istituto Agrario
 
 S. Michele all'Adige, lunedì 21 febbraio 2005