Venerdì 11 febbraio, dalle 9.30 alle 13.20, presso l' aula magna dell'Istituto Agrario, seconda giornata tecnica di 'Allevatori insieme'

Gestione della vacca da latte in alpeggio:
risultati del progetto FORMA
La ricerca, iniziata nel 2001 e condotta in collaborazione fra Istituto Agrario di San Michele all'Adige, Università di Udine, Centro di Ecologia Alpina e sezione di Villazzano del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura

Tuesday 08 February 2005

L'alpeggio è una pratica coerente con la zootecnia moderna? Quanto bisogna integrare l'alimentazione di una vacca da latte? E ancora, quali effetti ha sul pascolo l'uso di integratori alimentari?
  Sono alcune questioni che saranno ampiamente affrontate venerdì 11 febbraio, dalle 9.30 alle 12.30,  presso l'aula magna dell'Istituto Agrario di San Michele, nell'ambito dell'incontro "Gestione della vacca da latte  in alpeggio:  risultati del progetto FORMA", secondo appuntamento della proposta formativa "Allevatori insieme" organizzata da Istituto Agrario, Federazione Provinciale Allevatori di Trento e Istituto Zooprofilattico delle Venezie e finanziato dalla Provincia autonoma di Trento.
  Al centro della giornata i risultati del progetto FORMA "Gestione della vacca da latte in alpeggio e formaggi di malga" finanziato dal Fondo Unico della Ricerca della Provincia autonoma di Trento. 
  La ricerca, iniziata nel 2001 e condotta in collaborazione fra Istituto Agrario di San Michele all'Adige, Università di Udine, Centro di Ecologia Alpina e sezione di Villazzano del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura, ha messo a confronto sistemi di allevamento di vacche da latte al pascolo caratterizzati da un minore o maggiore apporto di integrazioni alimentari. Scopo del progetto è fornire agli operatori zootecnici indicazioni per la gestione ottimale dei bovini da latte in alpeggio, soprattutto per quanto concerne l'alimentazione, l'utilizzo dei carri di mungitura mobile e la gestione corretta del pascolo.
Le prove sperimentali sono state effettuate nel pascolo di Malga Juribello gestita dalla Federazione Provinciale Allevatori di Trento e hanno riguardato vacche di razza bruna che rappresentano il 60% del patrimonio bovino della provincia.
 
 
 Con cortese richiesta di pubblicazione e/o diffusione
  Ufficio stampa
    S. Michele all'Adige, 9 febbraio 2005