Istruzione e formazione professionale

Il settore “Agricoltura e Ambiente” del sistema trentino dell’Istruzione e Formazione Professionale si caratterizza per la presenza di due indirizzi diversi: “Allevamento, coltivazioni, gestione del verde” e “Trasformazione agroalimentare”.

Consulta il Piano di Offerta Formativa ed i regolamenti

Il primo indirizzo riservato all'“Allevamento, coltivazioni, gestione del verde” è configurato in un biennio unitario, risultante dall’accorpamento dei precedenti bienni OTA e TIA, denominato AGRI, e due articolazioni successive che consentono l’acquisizione di qualifiche o diplomi professionali diversi.

A partire dal 2015/2016 è prevista una limitazione numerica delle iscrizioni al primo anno.

La prima articolazione (OTA) prevede la frequenza di un terzo anno al termine del quale si ottiene la qualifica di Operatore Agricolo, in una delle tre opzioni seguenti: Lavorazioni zootecniche, Produzioni vegetali o Ortoflorovivaismo e verde.

La seconda articolazione (TIA) è costituita da un secondo biennio di studi a cui, dall'anno formativo 2016/2017, sarà consentito l’accesso solo sulla base dei risultati scolastici nel primo biennio. Questo percorso porta al conseguimento del diploma di Tecnico Imprenditore Agricolo e del Brevetto professionale di Imprenditore Agricolo che è necessario per accedere al premio di primo insediamento, ed è distinto in tre opzioni (Lavorazioni zootecniche, Produzioni vegetali, Ortoflorovivaismo e verde), strutturate su due bienni.

Il secondo indirizzo riservato alla “Trasformazione agroalimentare” (ALI) prevede una limitazione numerica delle iscrizioni al primo anno, previa effettuazione di prove di selezione. Il percorso è strutturato in un triennio, al termine del quale si consegue la qualifica di Operatore della trasformazione agroalimentare, scegliendo tra le tre seguenti opzioni: Trasformazione vegetale, Trasformazione lattiero/casearia, Lavorazioni carni. Il percorso può proseguire con la frequenza di un quarto anno che porta al conseguimento del diploma di Tecnico della trasformazione agroalimentare, nell’ambito delle tre opzioni preesistenti: Trasformazione vegetale, Trasformazione lattiero-casearia, Lavorazioni carni. Tale anno si svolge in alternanza scuola–lavoro sulla base di un progetto approvato da una Partnership di progetto composta da significative realtà agricole e di settore della Provincia di Trento. L’iscrizione al quarto anno è subordinata a un parere d’idoneità rilasciato dalla scuola; il conseguimento del diploma consente anche l’ottenimento del Brevetto professionale per Imprenditore Agricolo necessario per accedere al premio di primo insediamento.  

Sbocchi formativi

  • consente l'assolvimento dell'obbligo scolastico e formativo;
  • forma in modo idoneo operatori, tecnici ed imprenditori agricoli ampliando così le opportunità di crescita dell'ambiente rurale;
  • dà risposte più complete alle richieste del comparto agricolo provinciale, fornendo maggiore continuità tra la formazione iniziale e quella permanente;
  • consente, dopo il conseguimento della qualifica professionale e/o del diploma professionale di Tecnico agricolo, di continuare gli studi frequentando un quinto anno nell'Istruzione e Formazione professionale, conseguendo un diploma di Stato, utile anche ai fini dell'accesso all'Università;
  • permette la frequenza di un quarto anno nella modalità di alternanza scuola lavoro ed al termine del percorso formativo, di poter accedere anche all'Alta Formazione Professionale.