Istruzione secondaria tecnica

La sezione Istruzione Secondaria Tecnica, cura gli aspetti gestionali delle scuole di Istruzione Secondaria Tecnica in materie agricole, ambientali e forestali.

Consulta il Piano di Offerta Formativa ed i regolamenti

Visualizza i Piani di Studio d'Istituto

Premessa

L’Istituto Tecnico nell’indirizzo “Agraria, agroalimentare e agroindustria” (di seguito I.T.), sulla base dei regolamenti di riordino dei piani di studio a livello nazionale e provinciale, afferisce al settore degli Istituti Tecnologici. Più specificamente l’indirizzo tecnico agrario è finalizzato all’acquisizione di un complesso di competenze riguardanti l’organizzazione e la gestione dei processi produttivi e trasformativi, l’attività di marketing, il controllo e la salvaguardia di situazioni ambientali e territoriali, eventuali giudizi di convenienza economica, la valutazione di beni, diritti e servizi, gli interventi per il miglioramento di assetti territoriali rurali.

L’ I.T. è organizzato, dopo il primo biennio a valenza orientativa, nelle seguenti tre articolazioni:

Nel biennio dell’IT, attivato presso il CIF, il monte ore settimanale è pari a 36 unità orarie di 50 minuti mentre nel triennio l’orario è di 37 unità orarie alla settimana. Sono 34 le settimane di lezione annue più eventuali altri periodi di tirocinio, in Italia o all’estero, che la scuola si riserva di organizzare. Al secondo anno del primo biennio è prevista una materia di indirizzo denominata “Tecnologie applicate all’agricoltura” che ha lo scopo di orientare ed avvicinare lo studente alle diverse tipologie di aziende del settore e alle principali pratiche agricole di produzione e di trasformazione che le contraddistinguono. Al fine di potenziare l’aspetto pratico e orientativo delle tecnologie applicate l’insegnamento è affidato in compresenza ad un docente laureato e ad un Insegnate Tecnico Pratico (ITP).

L’orario settimanale, inoltre, è stato potenziato di 1 ora nelle discipline scienze della terra (in classe prima) e biologia (in classe seconda).

Alla fine del biennio lo studente può scegliere una delle tre articolazioni.

Nel caso di alunni provenienti da altri Indirizzi Tecnici del settore tecnologico che intendono accedere al terzo anno, potranno essere attivati dei percorsi di potenziamento nelle discipline di indirizzo del biennio.

Il profilo del diplomato ed i risultati degli apprendimenti, sia specifici sia comuni, sono stabiliti dal regolamento nazionale (DPR n. 88 del 15.03.2010), a cui si rimanda per un eventuale approfondimento.

Attività integrative e tirocinio pratico

A partire dal terzo anno e con graduale aumento negli anni successivi saranno previste attività integrative e di tirocinio tecnico-pratico presso realtà produttive esterne alla scuola.

La finalità di tali proposte è di avvicinare direttamente gli studenti al mondo operativo e alle realtà aziendali non solo locali, anche se verrà comunque privilegiato il rapporto con il territorio trentino. Lo studente durante il percorso formativo dovrà quindi poter integrare in modo concreto e sinergico gli aspetti teorici delle discipline tecniche con tutti gli aspetti pratici e operativi al fine di giungere al diploma con un completo “bagaglio” di competenze tecnico-professionali.

Alcune attività didattiche (integrative, tirocini tecnico-pratici, linguistici, ecc.) potranno essere organizzate anche al di fuori del calendario strettamente scolastico. Gli studenti si impegnano quindi a frequentare tali proposte che saranno considerate parte integrante del percorso scolastico e come tali soggette a valutazione.

L’insegnamento del tedesco nel triennio come materia opzionale

A partire dall’anno scolastico 2012/2013 l’istituto Tecnico propone come materia opzionale la lingua straniera “tedesco”. Gli studenti iscritti alle diverse articolazioni potranno scegliere il corso opzionale di tedesco per un totale di 68 ore annue.

Nell’articolazione Viticoltura ed Enologia, la scelta del corso opzionale di lingua tedesca costituirà un diritto di accesso preferenziale alla specifica articolazione nel caso in cui le richieste siano superiori alla capacità ricettiva. Il tedesco rappresenta, infatti, per gli studenti del percorso viticolo enologico uno strumento fondamentale per frequentare proficuamente i tirocini tecnico-pratici che si svolgono in alcune aree del mondo germanico.

La conoscenza della lingua tedesca consente ai nostri diplomati una maggiore competitività sul piano professionale e quindi un ampliamento delle opportunità a livello occupazionale. Il corso di tedesco sarà impostato per “gruppo di livello” e non per “gruppo classe”; ciò al fine di potenziare le possibilità di apprendimento da parte degli alunni e favorire agli stessi un percorso comune. Gli studenti frequentanti la materia opzionale con profitto positivo matureranno il “credito scolastico” previsto dalla normativa in materia di Esami Stato ed inoltre potranno usufruire di una serie di proposte integrative gestite tramite la collaborazione con Scuole Agrarie della Germania e dell’Austria che prevedono soggiorni all’estero.

La scelta di adesione alla materia opzionale dovrà essere fatta entro giugno, contestualmente all’iscrizione alla classe successiva tramite lo specifico modulo di iscrizione. La frequenza sarà conseguentemente obbligatoria, al pari delle altre discipline e le assenze saranno computate e comunicate al termine del primo e del secondo quadrimestre. E sarà soggetta a valutazione.

Attività formative

  • Progetti educativi: Cultura, Salute, Ambiente
  • Corsi potenziamento e certificazioni linguistiche
  • Attività sportiva
  • Servizio di Psicologia scolastica
  • Corsi FSE
  • Incontri con esperti e visite in aziende
  • Stage aziendali in corso d’anno ed estivi

Servizi

  • 16 aule specialistiche
  • Attività didattiche, di ricerca e sperimentazione con il supporto del Centro Sperimentale e dell’Azienda agricola
  • Biblioteca
  • Mensa
  • Convitto

 Per informazioni sul coordinatore ed insegnanti, vedi la struttura.

Loading...
Title Last modified
PresentazioneGAT-2016.pdf Wednesday 17 February 2016 9:15:43 am
PresentazioneVE-2016.pdf Wednesday 21 September 2016 9:00:21 am