Nomine

Nuove nomine in seno al Comitato scientifico, alla Fondazione del Bellat e all'Agenzia per la garanzia della qualità in agricoltura

Friday 18 June 2004

COMITATO SCIENTIFICO-DIDATTICO E PER L'ASSISTENZA TECNICA        L'art. 37 del Regolamento per l'organizzazione ed il personale prevede che il comitato in oggetto sia composto, tra l'altro, da due esperti nel comparto dell'istruzione, tre esperti nel comparto della ricerca e sperimentazione e da due esperti nel comparto dell'assistenza tecnica o della comunicazione.      Con successiva integrazione è stato introdotto un ottavo membro esperto nelle problematiche relative all'ambiente.  Il Comitato risulta pertanto così costituito:        Comparto dell'istruzione 1. Prof. Michele Pellerey - Rettore dell'Università Salesiana di Roma, espero del settore della formazione professionale presso il Ministero dell'istruzione, esperto e studioso delle realtà formative nei vari paese europei, responsabile scientifico per la formazione professionale della PAT (riconferma)2. Da nominare - Rettore Pro tempore dell'Università degli Studi di Trento.. Comparto della ricerca 1. Prof. Francesco Salamini - già Direttore generale presso il Max Planck Institut di Colonia (D) e professore di botanica presso l'Università cattolica di Piacenza, ha lavorato presso il dipartimento di botanica e patologia della Purdue University (Indiana - USA), membro dell'Accademia nazionale dei Lincei di Roma, membro dell'Accademia Europea di Londra, membro dell'Accademia dei Georgofili di Firenze, membro dell'Accademia nazionale di Agricoltura di Bologna, membro del Plant Genome Initiative, GABI, Germania e Chairman del Plant Genome Program della Francia (riconferma).2. Prof. Mario Fregoni - titolare della cattedra di Viticoltura all'università Cattolica S.C. di Piacenza. Dopo dieci anni di Vice Presidenza, nel 1989 è stato nominato Presidente del Comitato Nazionale Vini DOC (1989-1992). Da circa 30 anni ricopre cariche importanti all'O.I.V., organizzazione internazionale della Vite e del Vino, di cui è stato Presidente; attualmente è Past-Presidente. Autore di % libri didattici e scientifici su diversi temi di Viticoltura, direttore responsabile di 3 riviste scientifiche, membro di diverse accademie italiane e straniere, è stato insignito di numerose onorificenze e di due lauree honoris causa (Santiago del Cile e Budapest)(riconferma)3. Prof. Silviero Sansavini - Docente di frutticoltura e coordinatore della sezione di coltivazioni arboree dell'azienda agraria dell'Università di Bologna. Membro del Comitato scientifico del piano nazionale bio-tecnologie vegetali del Ministero delle Politiche agricole; Responsabile dell'unità operativa italiana del progetto quadriennale europeo DARE sulle "resistenze durevoli alle malattie del melo"; Responsabile dell'U.O. italiana nella Concerted Action europea per lo studio dei portainnesti delle piante da frutto; Autore o coautore di oltre 400 pubblicazioni, almeno metà delle quali su riviste scientifiche referenziate o su Proceeding di convegni internazionali (nuovo).  Comparto dell'assistenza tecnica 1. Prof. Mario Prestamburgo - libero docente e professore ordinario dal 1969 in Economia e Politica Agraria presso la facoltà di Economia e Commercio dell'Università di Trieste, direttore dal 1973 al 1987 dell'Istituto di Ricerche Economico-Agrarie dell'Università di Trieste, professore per diversi anni di Economia Politica presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trieste, consulente per la programmazione economica dell'Ente Regione Friuli Venezia Giulia, esperto nell'ambito del locale Comitato Tecnico Regionale dell'Agricoltura, nominato nel 1983 dal CNR responsabile del Progetto Incremento Produttività delle Risorse Agricole, nel maggio del 1989 membro della Green Team e conferenziere ufficiale della CEE per la diffusione della politica agricola comunitaria, dal 1991 al 1993 membro del Comitato direttivo dell'ENEA di Roma, coordinatore scientifico del diploma universitario in Gestione delle Imprese Alimentari, designato dall'Università di Trieste quale valutatore di progetti di ricerca UE per la produzione agricola. (riconferma)2. Dott. Josef Parente - dirigente del Settore Agricoltura-Aziende Sperimentali-Dimostrative e del Settore Politiche Europee della Provincia di Pordenone; è stato membro del "Management Committee" COST (Cooperazione Scientifica e Tecnica) 814  dell'Unione Europea dal 1992 al 2000 ed è attualmente membro del COST 852. E' attualmente membro del Consiglio direttivo del Centro Internazionale di Ecologia Teorica ed Applicata; responsabile di  progetti di ricerca finanziati dal Ministero per le Risorse Agricole e Forestali, dal Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, dall'Istituto per la Ricerca in Montagna, dal CNR, dall'ENEA, dall'Unione Europea e da ditte private; segretario del Gruppo di Ricerca Applicata e Sperimentazione Foraggera; membro del Consiglio direttivo dell'EGF in qualità di rappresentante del Sud-Est dell'Europa; membro dell'Accademia Russa di Ecologia; esperto della prima Commissione nazionale dell'Unione Provincie Italiane e consulente della FAO per il settore della praticoltura. Autore di circa 100 pubblicazioni su riviste regionali, nazionali ed internazionali (nuovo). Comparto dell'ambiente 1. Prof. Roland Psenner - Professore associato in materia di ecologia presso Università di  Zoologia e Limnologia di Innsbruck, Divisione di Limnologia. Presidente Commissione Internazionale di ricerca alpina, è stato ricercatore all'Austrian Academy of Sciences e all'Università di Innsbruck; Presidente della International Commission on Alpine Research.  Più di 120 pubblicazioni al suo attivo (nuovo). AGENZIA PER LA GARANZIA DELLA QUALITA' IN AGRICOLTURANOMINA CONSIGLIO DIRETTIVO Ai sensi dell'art. 4, comma 2, della legge provinciale 5 novembre 1990, n. 28, con deliberazione n. 32 di data 11 giugno 2004, il Cda ha nominato il Consiglio direttivo dell'Agenzia per la garanzia della qualità in agricoltura, nella seguente composizione:a) Presidente del Consiglio di amministrazione dell'Istituto agrario: dott. Giovanni Gius;b) rappresentante designato dal Ministero delle politiche agricole e forestali: dott.ssa Maria Sofia Martirani;rappresentante designato dal Ministero delle attività produttive: ing. Vincenzo Monaco;rappresentante designato dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio: rag. Francesco de Filpo (NUOVO);rappresentante dell'ENEA: dott.ssa Marina Leonardi;c) rappresentante dell'agricoltura: dott. Rolando Manfredini;rappresentante dell'industria: dott. Ezio Dalsass;rappresentante dell'artigianato: dott. Claudio Zamatteo;rappresentante del commercio-turismo-attività terziarie: sig. Enzo Pisoni  (NUOVO);rappresentante della cooperazione: dott. Ivo Lenzi;d) rappresentante designato dalle Associazioni di consumatori: prof. Marino Melissano;e) rappresentante designato dall'ANCQ: ing. Gaetano Montebelli; NB: la composizione del Consiglio direttivo sarà integrata qualora pervenga la designazioni del CNR  NOMINA COLLEGIO REVISORI CONTI AQAAi sensi degli articoli 4ter, comma 5, e 13, comma 1, della legge provinciale 28/1990, con deliberazione n. 33 di data 11 giugno 2004 il CDA ha nominato componenti del Collegio dei revisori dei conti dell'Agenzia per la garanzia della qualità in agricoltura i signori:- dott.ssa Luisa Tretter, presidente;- dott.ssa Giovanna Mazzoleni, revisore;- dott. Claudio Toller, revisore;  FONDAZIONE DE BELLAT  Art.1, Statuto) "La Fondazione "cav. Luciano e cav. Agostino de Bellat", con sede presso l'Istituto Agrario di San Michele all'Adige, trae origine dal testamento olografo redatto in data 18 marzo 1965 dal dott. Agostino de Bellat fu Luciano, di Borgo Valsugana, con il quale si dispone il trasferimento in proprietà della Provincia autonoma di Trento, per l'Istituto Agrario provinciale di San Michele all'Adige, delle aziende agrarie (Azienda agricola di Marco in val Lagarina e Azienda agricola di Valsugana) e dei beni mobili di cui alle lettere a) b) e d) e del successivo articolo 3 dello Statuto".Art.2, Statuto) "La Fondazione ha per scopo l'elargizione di borse di studio per i giovani amanti di agricoltura o di aiuti a volenterosi agricoltori della Valsugana. Provvede alle dette finalità con le rendite del proprio patrimonio, ed eventualmente con i contributi che venissero concessi dallo Stato e da altri Enti e privati".   NOMINA COMPONENTI (di competenza dell'Istituto) del CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE della FONDAZIONE DE BELLAT  Con deliberazione n. 30 di data 11 giugno 2004 il CDA ha deliberato: 1) di individuare il dott. Alessandro Dini, direttore generale dell'Istituto agrario, quale componente di diritto del Consiglio di amministrazione della Fondazione de Bellat (riconferma); 2) di nominare quale membro del Consiglio di amministrazione dell'Istituto agrario in seno al Consiglio di amministrazione della Fondazione de Bellat, ai sensi dell'art. 4, punto 4), del suo Statuto, il consigliere: dott. Giovanni Ferrari (riconferma); 3) di nominare rappresentanti dell'Istituto agrario di San Michele all'Adige in seno al Consiglio di amministrazione della Fondazione de Bellat, ai sensi dell'art. 4, punti 3) e 5), del suo Statuto, i signori: - quale insegnante del Centro scolastico dell'Istituto: prof. Franco Frisanco (riconferma);- quale rappresentante designato dal Consiglio di amministrazione dell'Istituto: sig. Paolo Vinante (riconferma); A questi si aggiunge Franco Dalceggio designato dal Presidente della Provincia autonoma di Trento (riconferma).